Deadline iscrizioni: 10 luglio 2016

Ricordiamo ai nostri cari studenti che per poter organizzare al meglio le masterclass e la logistica, abbiamo determinato una data limite per le domande di iscrizione.

Vi chiediamo quindi di farci pervenire le vostre domande al piú presto e al piú tardi entro domenica 10 luglio 2016.

Edizione 2016!

Sono uscite le date della nona edizione del festival!
Si svolgerá a San Polo dal 1 al 7 agosto 2016 (con arrivo degli studenti il 31 pomeriggio – sera).
Come ogni anno avremo l’onore e il piacere di ricevere il Maestro Antonello Farulli, e i suoi “complici” Stefano Farulli, Tiziano Mealli, Andrea Nannoni. Ritroveremo con piacere Andrea Repetto e anche il caro amico Manuel Zigante.
Il Quartetto Taag offrirá ai partecipanti una masterclass il giovedì 4 agosto.

Una panoramica su tutti gli eventi del Festival 2016  è oggi disponibile!

Vi aspettiamo!

Eccoci tutti qui

foto di gruppo

Due fratelli toscani, due fratelli bolzanini, due cugini tra Pisa e Trento e chi non era parente lo é diventato, nella musica, in quest’estate sanpolese.

Da sempre il Festival Sesto Rocchi mescola le generazioni e le provenienze, ed è sicuramente in questa felice combinazione di livelli musicali diversi, di etá diverse, a volte anche di lingue diverse, che si apprezza ancora di piú il linguaggio universale e profondo della musica.

La settima edizione del Festival é stata la prima in cui tutti i gruppi si sono formati in loco, e il concerto maratona di domenica (alle 15h alla Chiesa del Castello) sará una bella testimonianza di quanto possa fare una settimana intensa di studio comune, anche tra persone che non si conoscevano.

Il riso e la gioia hanno rumososamente accompagnato le ore di esercizio quotidiano, e il direttore artistico Antonello Farulli, di cui San Polo ha da sempre apprezzato la capacitá di aiutare il pubblico a entrare nella comprensione profonda dei pezzi eseguiti in concerto, ha dedicato in questa edizione un’energia particolare a preparare i ragazzi non solo all’esecuzione, ma anche allo studio.

Essere un musicista capace di interpretare tutti i repertori, infatti, richiede allenamento e concentrazione, esattamente come essere un atleta.

Se questa settima edizione passerá alla storia per l’appassionante quanto rocambolesco concerto della Spira Mirabilis di lunedí sera e per l’ardita serata di musica contemporeanea di giovedí sera, che ha ridato al pubblico la voce di Sesto Rocchi in parole e opere attraverso i suoi testi e i suoi strumenti, non bisogna dimenticare il lato piú nascosto e quotidiano del festival, con la passione del presidente Franco Prodi, del direttore artistico Antonello Farulli, e dell’équpe di docenti (Christophe Giovaninetti, Andrea Nannoni, Tiziano Mealli e lo stesso Antonello Farulli) che suoneranno per il pubblico del festival sabato 9 agosto alle 21, presso la Chiesa del Castello, un programma di Brahms e Mahler.