Docenti

ANTONELLO FARULLI

Allievo di Piero Farulli, viola del leggendario Quartetto Italiano, è uno dei più  attivi violisti italiani sia in campo concertistico che didattico. Membro  dell’Orchestra Giovanile della Unione Europea (EUYO), ha svolto  un’importante attività concertistica con i Solisti Veneti di Claudio Scimone, di  cui è, dal 1994, prima viola solista, grazie ai quali ha avuto l’opportunità di  suonare nelle più importanti sale del mondo. Ha svolto e continua a svolgere  una interessante attività sia come solista con orchestra che in formazioni da  camera in collaborazione con illustri musicisti. Ha registrato inoltre per la  Dynamic, Stradivarius e Tactus. Ha svolto attività didattica in Finlandia,  Francia, Spagna e Svizzera. Docente ospite della Internationale  Sommerakademie presso il Mozarteum di Salisburgo e della Scuola di Musica  di Fiesole, della cui Commissione Artistica fa parte, è stato, a più riprese, tutor nella Mahler Jugend Orchestre Akademie, e, presso l’Accademia dell’Orchestra Mozart di Bologna. Dopo aver insegnato per un decennio quartetto d’archi presso la prestigiosa Escuela Superior de Musica Reina Sofia è, oggi, titolare della Cattedra di Viola presso il Conservatorio di Stato “G.B. Martini” di Bologna. Autore del testo “La viola del Pensiero” è direttore artistico del Festival Sesto Rocchi, il primo in italia dedicato a musicisti professionali e non di tutte le età.

ANDREA NANNONI

Diplomato con Pietro Grossi, si perfeziona con Andre Navarra e Amadeo Baldovino. Gli è stato conferito il Premio “David di Michelangelo” per particolari benemerenze artistiche. Ospite di importanti orchestre italiane, ha suonato in formazioni cameristiche con artisti quali U. Ughi, M.Tipo, B. Canino, P.N. Masi, G. Garbarino, F. Petracchi, P. Farulli e M. Campanella.

Ha fatto parte del Trio di Fiesole e del Nuovo Quartetto. Ha inciso per Denon Nippon Columbia, Frequenz e Fonè. È titolare della cattedra di violoncello al Conservatorio L. Cherubini di Firenze. Docente di Quartetto nei corsi di perfezionamento e nell’Orchestra Giovanile Italiana. Ha collaborato con Piero Farulli nel Corso di Quartetto d’Archi all’Accademia Chigiana di Siena. Recentemente ha registrato per la Fonè l’integrale dell’opera per violoncello di G. Martucci con Giovanna Prestia

TIZIANO MEALLI

Dopo la guida di Alessandro Specchi presso il Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze, ha completato la propria formazione perfezionandosi con Piernarciso Masi e Dario De Rosa.
Successivamente ha seguito i corsi del Trio di Trieste, e di Dino Asciolla per la musica da camera, frequentando l’Accademia Chigiana di Siena e la Scuola di Musica di Fiesole.
Premiato ad importanti concorsi nazionali ed internazionali svolge intensa attività concertistica dedicandosi con particolare passione alla musica da camera.
Attivissimo componente di varie formazioni cameristiche ha suonato con artisti quali Dino Asciolla, Ifor James, Mario Brunello, Giuliano Carmignola, Piero Farulli, Riccardo Brengola, Alain Meunier,  Hatto Bayerle, Andrea Nannoni, Gabriele Raggianti, Pavel Vernikov e con ensemble quali il Nuovo Quartetto Italiano, il Quartetto Fonè, il Quartetto di Milano, il Quartetto di Venezia, il Quartetto di Torino, e il Navarra String Quartet , tenendo concerti nelle più importanti città italiane ed estere, ospite delle società e dei festivals più prestigiosi.
Da vari anni si dedica con passione anche alla direzione d’orchestra. La recente edizione dell’opera “Brundibar” di Hans Kräsa, prodotta dal Teatro Comunale di Ferrara, che lo ha visto in veste di maestro concertatore e direttore,  ha ottenuto entusiastici consensi di pubblico e di critica.
Ha effettuato numerose registrazioni radiofoniche e televisive ed ha inciso per le etichette Tactus, Frame, Emarecords e Primrose Records. E’ stato per molti anni docente presso il Conservatorio “Girolamo Frescobaldi” di Ferrara e attualmente è titolare della cattedra di Musica da Camera presso il Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze.
E’ consulente artistico del Concorso Internazionale di musica da camera “Vittorio Gui” di Firenze.
Da molti anni ha una fruttuosa collaborazione didattica con la Scuola di Musica di Fiesole dove tiene un corso di pianoforte e dove, dal 1997 è titolare della cattedra di Musica da Camera dei Corsi di Qualificazione Professionale e dell’Orchestra Giovanile Italiana.

ANDREA REPETTO

Andrea Repetto (Torino, 1965), allievo di A. Farulli alla Scuola di Musica di Fiesole, si è diplomato con il massimo dei voti presso il Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze e perfezionato in viola e quartetto d’ archi con J. Bashmet, M. Skampa. G. Kurtàg e P. Farulli.
Membro fondatore del Quartetto d’ archi di Torino, è stato premiato in importanti concorsi nazionali ed internazionali.
Con lo stesso complesso suona da ventitre anni nelle principali stagioni concertistiche in Italia ed all’ estero collaborando in quintetto con artisti quali Karl Leister,Aldo Ciccolini,Valentin Berlinskij, Piero Farulli, Enrico Dindo, Boris Petrushansky, Antonello Farulli, Giuseppe Garbarino, Andrea Nannoni.
Dal 1999 tiene corsi di orchestra d’ archi e musica da camera presso la Scuola di Alto Perfezionamento di Saluzzo.
Nell’ ottobre 2010 ha partecipato in qualità di professore di Viola e Musica da camera ai corsi della “Gustav Mahler Academie”
Vincitore del concorso nazionale per titoli ed esami per posti di ruolo, è docente  di Quartetto d’ archi al Conservatorio “C. Monteverdi” di Bolzano,  suona una viola Pietro Testore Milano 1767.

STEFANO FARULLI

_DSC0275Stefano Farulli è nato nel Giugno del 1995. Allievo di Alina Company alla Scuola di Musica di Fiesole, ha seguito anche le lezioni di Oleksandr Semchuk presso l’Accademia Internazionale “Incontri con il Maestro” di Imola. A soli 16 anni è risultato vincitore assoluto di più di dieci concorsi nazionali ed internazionali. Nel 2010 si è aggiudicato il secondo premio dello Jugendmusiziert, il Concorso Nazionale tedesco per giovani musicisti. Ha iniziato una promettente carriera sia come camerista, con il Quartetto Prestissimo, che come solista. Ha partecipato a master classes tenute da Salvatore Accardo, Pierre Amoyal, Boris Belkin, Noah Bendix-Balgley, Kolja Blacher, Ingolf Turban. Ha avuto, inoltre, il privilegio di collaborare con celebri ensemble quali il Quartetto di Fiesole, il Quartetto di Venezia, Andrea Nannoni e Pier Narciso Masi.

 Stefano Farulli suona su un violino Ansaldo Poggi 1973 per generosa concessione di Laura Rocchi.

Attualmente prosegue i suoi studi presso la prestigiosa “Universität der Künste Berlin” sotto la guida di Nora Chastain.

 

MANUEL ZIGANTE

Manuel Zigante è il promotore del nuovo gruppo

Nato a Roubaix nel 1963.
Nel 1976 ha iniziato lo studio del violoncello con il maestro Renzo Brancaleon, con il Maestro Antonio Janigro nell’ambito dei corsi speciali della Fiat, si è perfezionato con il maestro Amedeo Baldovino.
Si è diplomato nel 1986 con il massimo dei voti presso il Conservatorio di Santa Cecilia di Roma.
Dal 1984 ha studiato quartetto con Piero Farulli.
Dal 1988 è violoncellista del Quartetto d’Archi di Torino ( www.quartettoditorino.com ), gruppo che nasce e si forma grazie a Piero Farulli, Andrea Nannoni, Milan Skampa e Gyorgy Kurtág.
Manuel Zigante ha collaborato con Olga Arzilli, Pier Giorgio Rosso e il trio Debussy, Giovanni Bellucci, Valentin Berlinsky, Lucia Castellani, Aldo Ciccolini – con il quale ha realizzato per la casa discografica Phoenix un CD dedicato a Guido Alberto Fano – Sergio Delmastro, Enrico Dindo, Piero Farulli, Giuseppe Garbarino, Roberta Gottardi, Andrea Nannoni, Tiziano Mealli, Mariaclara Monetti, Frederic Zigante, Skampa Quartet.
Collabora, come primo violoncello, con la Bozen Streicher Akademie e dal 2007, con l’orchestra del Teatro Regio di Torino, l’Orchestra ‘900, l’Orchestra Filarmonica di Torino e altre formazioni.
Nel 1988 aveva vinto il posto di violoncello alla Rai di Torino ma aveva scelto di dedicare la sua vita alla musica da camera.
Dal 2006 fa parte degli Otto violoncelli di Torino (www.8celli.it ).
Ha suonato in qualità di solista presso famosi festivals tra cui Settembre Musica a Torino dove nel 2005 ha eseguito per Henri Dutilleux (in sua presenza) “ les trois strophes”, recentemente (settembre 2009) ha collaborato con Elio delle Storie tese alla lettura dell’ecclesiaste inframmentata dalle sue suites di J.S.Bach.
Dal 1998 al 2008 è stato docente di Quartetto e assistente di Piero Farulli presso la Scuola di Musica di Fiesole. Ha tenuto master classes di quartetto d’archi alla Scuola di Alto perfezionamento musicale di Saluzzo. Da 2009 tiene master classes di musica da camera presso il festival Paolo Borciani di Reggio Emilia.E’ docente di Quartetto presso il Conservatorio “G.F.Ghedini “di Cuneo.
Suona un violoncello Joseph Dall’Aglio del 1831.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>